G2 allo scoperto

G2 allo scoperto

13 Marzo 2013 Off Di Redazione

Un format televisivo realizzato da due creativi senegalesi per raccontare l’Italia che cambia. In questa puntata si parla di seconde generazioni e dello sportello appena inaugurato a Milano.

Allo scoperto, questo è il nome del format, nasce dalla collaborazione di Alioune Diallo, video maker, e  Aliou Diop, musicista rap. Tratta tematiche inerenti l’immigrazione, la cultura, lo spettacolo, l’interscambio e la conoscenza reciproca tra culture diverse. In «Italia la multietnicità non è solo una parola ma una realtà tangibile ovunque ci si trova», spiegano i due ideatori. «Nelle scuole, nei posti di lavori, sui mezzi pubblici, etc. Nonostante ciò, il mondo dell’informazione non tiene conto della realtà in cui siamo, di conseguenza non offre servizi adeguati per includere una minoranza di immigrati che vivono e fanno nascere i propri figli in questo paese. Molto spesso sembra che ci sia una politica di contrasto, si parla dell’immigrazione quando succedono tragedie come quella di Firenze: per quell’occasione, si fanno trasmissioni televisive con ospiti che vengono assunti come rappresentanti di una comunità e quindi in dovere di parlare per questa, ma spesso dientro tutto questo c’è della strumentalizzazione. In Italia la presenza di molti stranieri, provenienti da Paesi diversi, dovrebbe essere un espediente per conoscere meglio culture diverse. Ma così non è».